18.12.2017 / 09:55


FAQ





FAQ...

Nelle pagine seguenti abbiamo compendiato una piccola scelta delle domande che vengono fatte con maggiore frequenza (FAQ).

Se non dovesse trovarvi la Sua domanda, oppure se ha ulteriori domande, può mettersi in contatto con noi in ogni momento.


01.    Cos’è l’acqua dura ?

L’acqua erogata dalla Sua centrale idrica è un’ottima acqua potabile secondo la norma DIN 2000.

A seconda della sua origine, l’acqua contiene percentuali di calcare più o meno alte. L’acqua dura contiene molto calcare. Ci sono diverse gamme di durezza che vengono misurate in ° di durezza tedesca (°dH).


» Gamma di durezza 1 = 0 – 7 °dH (acqua dolce)
» Gamma di durezza 2 = 8 – 14 °dH (acqua potabile ideale)
» Gamma di durezza 3 = 15 – 21 °dH (acqua dura)
» Gamma di durezza 4 = più di 21 °dH (acqua molto dura)


02.    Perché l’acqua dura danneggia il nostro ambiente?

Con acqua dura o molto dura ,serve fino al 100% di più di detersivo. Ciò naturalmente inquina l’acqua di scarico. Lo stesso vale per gel da doccia, shampoo e sapone. Per rimuovere macchie di calcare da piastrelle, rubinetterie e ceramica degli impianti igienico-sanitari, sono necessari detergenti aggressivi. Inoltre si consuma più energia, dato che ogni millimetro di deposito di calcare significa un maggiore consumo energetico, fino al 10% in più (p. es. nel boiler).


03.    Qual è la soluzione contro l’acqua dura?

La soluzione ottimale è l’impiego di un addolcitore dell’acqua secondo il procedimento dello scambio di ioni o la protezione anticalcare alternativa (formazioni di cristalli da inoculazione).
Queste soluzioni, dopo la consulenza del Suo installatore specializzato, vengono montate e regolate in modo ottimale secondo le direttive DVGW.
Con l’addolcitore d’acqua che funziona a scambio di ioni, la durezza della Sua acqua viene regolata sulla gamma ideale di circa 8 °dH.



04.    Quali vantaggi Le offre l’acqua addolcita?

»
Risparmio di energia
» Non serve più eliminare il calcare
» Niente più cipolle di docce intasate
» Fino al 50% di risparmio di detersivi, detergenti e prodotti per l’igiene personale
» Meno macchie di calcare su piastrelle, rubinetterie, ceramica degli impianti igienico-sanitari, ecc.
» Protezione igienica


05.    Con l’addolcimento dell’acqua vanno perduti importanti minerali ed elementi oligominerali?

Conformemente alle direttive CE, con gli addolcitori l’acqua viene portata alla durezza ideale di circa 8 °dH. Quindi si ha solo un addolcimento parziale dell’acqua. In quest’acqua i minerali e gli elementi oligominerali necessari sono presenti a sufficienza, la mineralizzazione complessiva dell’acqua non viene ridotta.


06.    Quali danni provoca la corrosione delle tubazioni?

L’ipotesi peggiore è la rottura del tubo con gravi danni conseguenti e alti costi. In ogni caso è spiacevole ed anche costoso quando valvole e rubinetterie sono bloccate da particelle di ruggine e quando gli elettrodomestici sono danneggiati dalla ruggine.


07.    Come posso proteggere dalla corrosione le mie installazioni domestiche?

L’impiego di un filtro protettivo è richiesto dalla norma DIN 1988. La protezione efficace da danni dovuti a ruggine e corrosione è la formazione di uno strato protettivo sulle pareti interne del tubo, tramite dosaggio di minerali.


08.    Le „sostanze minerali" utilizzate per il dosaggio anticorrosione sono prodotti chimici?

Le „sostanze minerali" dosate, p. es. fosfati, sono contenute in molti prodotti alimentari ed anche nel corpo umano.
Sono sostanze necessarie durante la crescita e servono anche a molte funzioni fisiche. Il fosforo è un elemento di importanza vitale, una componente importante delle ossa, in parte responsabile della trasmissione di energia nel ricambio e irrinunciabile per il lavoro dei muscoli e del cervello. Secondo l’ordinamento tedesco sull’acqua potabile, le direttive CE dell’Organizzazione mondiale della sanità (WHO), per ogni litro di acqua potabile possono essere addizionati al massimo 5 mg di fosfati.
.


09.    Con che precisione funzionano gli apparecchi di dosaggio testati DVGW?

I moderni apparecchi di precisione devono superare severi controlli prima di essere omologati per il montaggio nelle tubazioni dell’acqua potabile. Le quantità da dosare, autorizzate nell’ordinamento sul trattamento dell’acqua potabile, non devono p. es. essere superate, le quantità minime fissate nella norma DIN 19635 non devono essere superate in difetto. Le sostanze minerali da dosare devono avere la stessa qualità richiesta per i prodotti alimentari ed essere conformi alla legge sui prodotti alimentari e beni di consumo, al TAVO ed alle direttive CE. Il marchio di controllo DVGW sugli apparecchi Le garantisce, insieme alle relative sostanze minerali, un funzionamento ed un’efficacia ottimali.

© JUDO Wasseraufbereitung GmbH
La JUDO si riserva il diritto di qualsiasi mofifica ai suoi prodotti.
All rights reserved.
Contenuto e indificazionedel fornitore - Protezione dati
powered by JUDO - Version 6.2.7.0

Interlocutori della JUDO
Ci telefoni, noi siamo qui per Lei!
In questa pagina può farsi un’idea dei Suoi interlocutori alla JUDO.
Per favore ci telefoni o si spedisca una e-mail, Le presenteremo una soluzione ottimale sia dal punto di vista tecnico che economico.
Link...
Servizio di assistenza tecnica dei clienti JUDO
...molto di più della sola manutenzione
Link...
Manifestazioni informative JUDO
Si assicuri il vantaggio decisivo dell’informazione – adesso!
Le offriamo seminari diurni e serali gratuiti sui nostri impianti di trattamento dell’acqua e sistemi per il wellness.
Link...
Preparazione del preventivo JUDO
Desidera un preventivo non vincolante per la soluzione del Suo problema specifico?
Utilizzi allora il seguente questionario e lo compili completamente. Inoltre dobbiamo avere da Lei un’analisi dell’acqua di data recente, oppure può spedirci un campione d’acqua prelevato sul posto.